Per housing ( o in questo caso meglio Server Housing )si intende il servizio di concessione in locazione ad un cliente privato o azienda, di un intero server connesso ad Internet.

La soluzione housing prevede dunque l’installazione di un server di proprietà del cliente nelle sedi di una web-farm, ovvero una struttura fisica comprendente sale sotto completo controllo elettronico e sorvegliate da un personale di manutenzione altamente specializzato in cui viene erogata la connettività;

i monitoraggi effettuati sulle web-farm sono volti a garantire la massima sicurezza della macchina quanto a intrusioni telematiche o fisiche, eventuali sbalzi della rete elettrica, controllo dell’umidità e della temperatura, degli aspetti hardware software ed infrastrutturali e di tutte le condizioni che contribuiscono a creare un ambiente che permetta il perfetto funzionamento della macchina;

inoltre i server sono sotto continua osservazione da parte degli addetti all’assistenza che ne controllano lo stato e si occuperanno di segnalare al cliente eventuali problemi riscontrati e successivamente la relativa risoluzione; il server può quindi essere gestito sia in via completamente remota oppure chiedendo assistenza al personale tramite un sistema di “trouble ticketing” o un numero telefonico dedicato esclusivamente a questo servizio, con risposta entro 15 minuti 24 ore su 24, 365 giorni all’anno.

Ovviamente la soluzione housing permette la massima personalizzabilità della configurazione, ovviando a differenze di esigenza quanto a particolari assetti hardware o specifici sistemi operativi non disponibili con le normali offerte di server dedicati; inoltre la soluzione server housing è quella più indicata per aziende che vi ricorrono per sostenere applicazioni di rete critiche per le quali sarebbe altrimenti necessario il possesso di infrastrutture che prevedono costi troppo elevati.